Una delle cose in cui siamo professionisti è il coinvolgimento della collettività. Per molti anni abbiamo “riunito”, intorno a progetti teatrali, la gente a fare il teatro per la gente, eventi storici, festival, manifestazioni di forte impatto culturale.

Oggi allo stesso modo crediamo che il cinema possa essere, come il teatro, uno strumento utile sopratutto nel sociale. In un contesto di disagio, infatti, la realizzazione di un film può aprire la collettività al dialogo, al confronto, può dare occasione ad ognuno di raccontarsi e sentirsi parte di qualcosa di importante.

Le nostre esperienze ci hanno dato la conferma che il cinema può essere uno strumento sociale particolarmente efficace, capace di rappresentare in modo potente i sogni e le aspettative di ogni individuo. Crea una forma tangibile del meglio e della bellezza che vi è dentro tutti e spinge verso di essa, alla concretizzazione di una vita migliore.


CINEMA E DISABILITA’
UN PROGETTO DI INNOVAZIONE SOCIALE

Negli ultimi anni la passione ci ha portati a conoscere ed approfondire il linguaggio cinematografico e quasi in modo naturale è nata una nuova modalità di lavoro. Abbiamo tenuto saldo il processo teatrale, ma anziché terminare con uno spettacolo, il prodotto del percorso è un film. Un progetto sperimentale che ha vinto il Master dei Talenti della Fondazione CRT ci ha permesso di lavorare in questo modo con persone disabili, realizzando tre cortometraggi all’interno di location importanti: Museo Egizio di To-rino, Museo Nazionale del Cinema, Castello di Moncalieri. La proiezione avvenuta al Cinema Massimo di Torino ci ha fatto scoprire un risultato inaspettato: i protagonisti dei cortometraggi, seduti in sala accanto al pubblico, hanno potuto godersi il risultato del loro lavoro e assistere incantati all’emozione del pubblico. Ovviamente questa esperienza è molto diversa dall’esibizione sul palco, certamente forte, ma in questo caso le persone disabili hanno potuto lavorare tranquillamente davanti alla telecamera per poi godersi, senza l’ansia di sbagliare, il risultato; si sono visti belli ed affascinanti. Il nostro lavoro precedente alle riprese li ha portati a superare, anche di poco, i propri limiti; gli abbiamo fatto indossare bellissimi costumi, li abbiamo truccati e abbiamo usato telecamere di alto livello. IL CINEMA È STATO UNO SPECCHIO all’interno del quale i partecipanti hanno visto solo le proprie abilità, solo la propria BELLEZZA. Quello è stato per loro, ma anche per noi, un punto di partenza.

 

FILMOGRAFIA

LONTANO DALLA CRISI Cooperativa Sociale “Agape Madre dell’Accoglienza”.ALBUGNANO 2013

AMARE SENZA BARRIERE Lega Navale di Vieste. VIESTE 2013

LISA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE Museo del Cinema di Torino, Fondazione CRT, Associa-zione Vivere. TORINO 2013

UN TESORO NEL TEMPO Museo Egizio di Torino, Cooperativa Sociale “Il Margine”, Fondazione CRT. TORINO 2013

LA SCELTA GIUSTA Associazione A.I.R Down di Moncalieri, Fondazione CRT, Castello di Monca-lieri. TORINO 2013

TUTTO PUO’ CAMBIARE Città di Chieri. CHIERI 2015

STARTUP Cooperativa Sociale “Il Margine”, Fondazione CRT. TORINO 2017

AMA LA MIA TERRA C.I.S.A. Asti Sud. NIZZA MONFERRATO 2017 (Trailer)